Hotel Orso Grigio, Cavalese (TN)

STORIA DELL’HOTEL

Il Palazzo che oggi ospita l'Hotel Orso Grigio ha origini nobili ed antiche, una storia affascinante e densa di particolari storici interessantissimi, che il prof. Italo Giordani, un'autorità in materia, ha ricostruito per noi. Tra il 1200 ed il 1400 l'edificio fu soggetto alla Giurisdizione tirolese di Castello, quindi passò ai Tirolo a fine ‘200, come bene dei Signori di Egna, che nel 1476 lo cedettero ai Firmian. Alla fine del ‘400 divenne proprietà del giudice di Fiemme Domenico Zen (noto per i processi per stregoneria), che lo vendette ad Orlandino fu Ambrogio Ianuici di Cazzano.
Ambrogio ed il figlio Orlandino erano mercanti di lana e per questo operavano in val di Fiemme, spingendosi fino alle grandi fiere di Bolzano. Prima di andarsene da Cavalese, il notaio Francesco Cazzano vendette l'edificio dei suoi avi al notaio, vicario vescovile e luogotenente vescovile in Fiemme, Alessandro Giovanelli (1545 circa – 1601), primo di una serie di dinastie di notai che nel Palazzo che oggi ospita l'Orso Grigio risiederono, fino a Giovanni Giacomo Giovanelli, fondatore dell'ospitale di Fiemme, dal quale la via prende il nome. Nel 1762 l'edificio fu venduto al medico Alessandro Riccabona, i cui successori ne mantennero la proprietà fino al 1812.
Nel 1800 divenne l' "Antico Albergo Reale", talmente famoso per i suoi bagni di fieno e la cura dell'uva che ebbe tra i suoi ospiti illustri anche l'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo.
Nel 1973 fu acquistato da Alfredo Vanzo, ristrutturato più volte è diventato oggi l'Hotel a 4 quattro stelle Orso Grigio.

ECOSOSTENIBILITA' E COMFORT

Dal 1973 l'Albergo è stato più volte restaurato ma senza mai stravolgerne l'impianto originale. Nel marzo 2015 mantenendo fermo questo vincolo imprescindibile, i proprietari hanno deciso per il rinnovamento totale della parte interna dell’hotel con nuovi standard, rendendolo cosi un moderno e confortevole biohotel categoria quattro stelle!
Durante i lavori di ammodernamento della struttura, sono stati utilizzati i migliori materiali dell'edilizia ecocompatibile: l'argilla cruda, per garantire la termoregolazione delle pareti, e soprattutto il legno, quasi tutto abete bianco ed abete rosso, proveniente dalle foreste della Val di Fiemme.
Per garantire il massimo del comfort ed una temperatura interna ottimale, e quindi per proteggere efficacemente dal caldo e dal freddo, ma anche dai rumori, è stato utilizzato un innovativo sistema di pannelli in fibra di legno Pavatex di gran lunga superiori ai materiali isolanti tradizionali, ed in linea con i criteri della sostenibilità ambientale che da sempre perseguiamo.
L'utilizzo di prodotti e materiali ecologici di alta qualità, nel rispetto della bioedilizia e del risparmio energetico, ci ha permesso di conseguire la certificazione energetica di classe A.

SOLUZIONI ADOTTATE

  • Tetto Torino: sistema completo di isolamento naturale per tetti in legno ad alte prestazioni
  • Creasan: risanamento dall’interno ad elevata capacitá termica
  • Igrosan: risanamento dall’interno con sistema a secco
  • Pavadentro: sistema completo di isolamento naturale a cappotto per interventi di risanamento dall’interno
  • Muffaway: sistema antimuffa 100% naturale

RIFERIMENTI CANTIERE: