Claytec COLLANTE-RASANTE

Malta collante e adesiva da miscela pronta secca, a grana fine, per l'incollaggio di pannelli leggeri su diversi sottofondi, come malta per armatura su pannelli in fibra di legno e minerale espanso

Composizione
Sabbia fino a 1,0 mm, argilla e terra cruda, talco, perlite, fibre vegetali e cellulosa.

Valori del materiale
Resistenza alla compressione 3,9 N/mm². Adesione 0,85 N/mm².

Confezione (resa)
Sacco da 25 kg (resa: 17 l di malta per 4-6 m²), 48 sacchi/pallet

Stoccaggio
Conservare in luogo asciutto. Il prodotto può essere conservato per almeno tre anni.

Sottofondo
Il sottofondo deve essere portante, privo di ghiaccio, asciutto, pulito, privo di sali, sufficientemente assorbente e non trattato. Se necessario, preparare le superfici in calcestruzzo con il Primer DIE ROTE (CLAYTEC 13.435-.430). Gli strati di compensazione in intonaco di argilla devono essere completamente asciutti.
La superficie deve essere piana, adatta all'incollaggio sotto descritto. Piccole irregolarità (piccole aree di fino a 5 cm di diametro e 3 mm di profondità) possono essere prestuccate con il collante. I punti difettosi di dimensioni maggiori devono essere chiusi con una malta adatta.

Preparazione
Mescolare un po' alla volta 25 kg di prodotto secco in ca. 8-9 l di acqua pulita tramite trapano (≥ 800 watt) o agitatore e miscelatore (Ø 125 mm). Per la malta adesiva, l'aggiunta d'acqua è leggermente inferiore. La consistenza di lavorazione deve essere pastosa, in base allo strato che si desidera applicare con frattone dentato o spatola dentata. Dopo 30 minuti di posa lavorare bene nuovamente il prodotto. Ora la malta è pronta per essere applicata.

Lavorazione
Per incollaggi su muratura, superfici intonacate o pannelli in derivati del legno, il collante viene applicato con il frattone dentato o la spatola dentata (dentatura 8-10 mm) sul retro del pannello da incollare. Dovrebbe essere presente un sottile strato di collante su tutta la superficie, quindi anche nell'area dei solchi. Il pannello va applicato subito e premuto saldamente sul sottofondo; deve essere garantito il contatto su tutta la superficie.
Le superfici in muratura e intonacate non livellate vanno leggermente preumidificate e prestuccate. Il pannello con il collante sul retro (vedere sopra) vanno premuti a umido.
I pannelli isolanti in fibra di legno vanno sempre fissati anche meccanicamente, quelli per costruzioni a secco in argilla se è necessario. Lo stesso vale per tutti gli incollaggi su superfici di soffitti e tetti (vedere scheda o foglio di lavoro relativi).
Anche l'applicazione della malta un po' più densa per strati spessi di intonaco su pannelli isolanti (ad es. per riscaldamento a parete) e impieghi simili avviene analogamente, con frattazzo dentato o spatola dentata. Per gli strati di armatura, la malta va applicata nello spessore di 3 mm. Può anche essere spruzzata con l'intonacatrice; in questo caso, non sono necessari tempi di riposo. La Rete in fibra di vetro CLAYTEC viene applicata su tutta la superficie ancora umida.

Indurimento
Il tempo di indurimento è pari a 24-72 ore, in base alle modalità di asciugatura e all'assorbenza del sottofondo. In caso di fissaggio meccanico supplementare e successivo rivestimento con strati sottili è possibile procedere immediatamente alla fase di lavorazione successiva.

Campioni
L'aderenza al sottofondo deve essere sempre verificata con il rispettivo pannello da fissare, sulla base di un campione sufficientemente grande. Sono esclusi eventuali reclami non riconducibili a errori di miscelazione di fabbrica.