INTESANA 210

Guaina freno al vapore igrovariabile® e barriera all'aria ad alte prestazioni, utilizzata su tavolato sopra la travatura al di sotto delle coi­ben­ta­zio­ni esistenti

Impiego come freno al vapore variabile® e barriera all'aria, impermeabile alla pioggia e igrovariabile® su tavolati, ad es. sotto le coibentazioni sovrastanti le travi.

Vantaggi

  • la miglior protezione in assoluto contro danni edili e muffe anche in caso di infiltrazioni di umidità impreviste grazie alla resistenza alla diffusione igrovariabile®
  • protegge l'opera edile durante la fase costruttiva dalle possibili intemperie esterne, a partire da una pendenza del tetto di 10°.
  • resistenza alla diffusione particolarmente alta, efficace in tutte le zone climatiche e igrovariabile®, con un rapporto di oltre 100 vol­te tra il minimo e il massimo valore Sd, da 0,25 m fi­no a più di 25 m.
  • impermeabile e resistente all'acqua, calpestabile

Applicazione

Impiego come freno al vapore igrovariabile® e barriera all'aria, resistente alle intemperie e igrovariabile® su ta­vo­la­ti al di sopra della travatura esistente, ad es. sot­to il materiale coibente, in tut­te le co­stru­zio­ni aper­te al­la dif­fu­sio­ne all'ester­no, ad es. con guai­ne sot­to­tet­to (pro cli­ma SO­LI­TEX) o pan­nel­li in fi­bre di le­gno e MDF. Il manto of­fre un po­ten­zia­le di as­sen­za di dan­ni edi­li par­ti­co­lar­men­te al­to a li­vel­lo mon­dia­le anche in co­stru­zio­ni am­bi­zio­se dal pun­to di vi­sta del­la fi­si­ca edi­le, come tetti piani, tetti chiusi alla diffusione e tetti verdi. Anche in caso di condizioni climatiche estreme, come in alta montagna.

Condizioni generali

pro clima INTESANA 210 dev'essere posata con il lato stampato (scritto) rivolto verso il posatore. Viene stesa orizzontalmente (in parallelo alla gronda).
Il peso del materiale coibente dev'essere supportato dal tavolato.

Si possono ottenere raccordi impermeabili all'aria solo su freni al vapore posati senza pieghe. Un'elevata umidità dell'aria ambientale (per es. durante la fase costruttiva) dev'essere eliminata rapidamente mediante una ventilazione coerente e continua.Una ven­ti­la­zio­ne saltuaria non è suf­fi­cien­te a la­sciar fuo­riu­sci­re ve­lo­ce­men­te dall'edi­fi­cio gran­di quan­tità di umi­dità do­vu­ta al­le fa­si di co­stru­zio­ne. Even­tual­men­te si consiglia di im­pie­ga­re un deumidificatore edile.

Per evitare la formazione di condensa, il montaggio della coibentazione deve avvenire immediatamente dopo il fissaggio impermeabile di INTESANA 210. Questo vale soprattutto per i lavori in inverno.

Dati tecnici

  Stoffa
Feltro di protezione e di copertura Polipropilene
Film Polietilene-copolimeri
Proprietà Regolamento Valore
Colore arancio
Peso superficiale 215 ±5 g/m² UNI EN 1849-2
Spessore 0,70 ±0,10 mm UNI EN 1849-2
Permeabilità al vapore acqueo µ 10.715 UNI EN 1931
Valore sd 7,50 ±0,25 m UNI EN 1931
Valore sd a diffusione igrovariabile® 0,25 - >25 m UNI EN ISO 12572
Reazione al fuoco E UNI EN 13501-1
Periodo di esposizione agli agenti atmosferici 2 mesi
Resistenza alla pioggia battente superata ZVDH
Colonna d‘acqua > 2.500 mm UNI EN 20811
Impermeabilità W1 UNI EN 1928
Resistenza a trazione long./trasv. 340 N/5 cm / 250 N/5 cm UNI EN 12311-2
Allungamento long./trasv. 45 % / 55 % UNI EN 12311-2
Resistenza allo strappo long./trasv. 260 N / 330 N UNI EN 12310-1
Resistenza all’invecchiamento superata UNI EN 1296 / UNI EN 1931
Resistenza alla temperatura da -40 °C fino a +80 °C
Conducibilità termica 0,17 W/(m·K)
Marchiatura CE disponibile UNI EN 13984