Claytec SanReMo

Intonaco in argilla per tutti i tipi di sottofondo

Descrizione

Intonaco di fondo e di finitura per interni con applicazione monostrato o multistrato, particolarmente adatto a supporti non omogenei, tipici delle ristrutturazioni, riqualificazioni e modernizzazioni. L'intonaco di argilla SanReMo è una malta adatta ad applicazioni di medio spessore, da 3 a circa 10 mm e compatibile con supporti composti da intonaci diversamente assorbenti, anche poco assorbenti: infatti, contiene pomice porosa e fibra di miscanto, che contribuiscono a trattenere l’umidità della malta di argilla e ne garantiscono la corretta asciugatura; la fibra non è visibile in superficie. Quando impiegato come intonaco di base, l'intonaco di argilla SanReMo è compatibile con tutti gli intonaci di finitura in argilla Claytec, come ad esempio YOSIMA, l’intonachino di design in argilla. In alternativa, si può facilmente pitturare con la gamma di colori in argilla CLAYFIX.

Campi di applicazione

Intonaco di fondo e di finitura monostrato di medio spessore per uso interno. Particolarmente adatto per supporti sufficientemente aderenti, ma solo leggermente assorbenti come calcestruzzo, mattoni alleggeriti, pannelli in lana di legno (ad es. sistemi di riscaldamento e raffreddamento radianti), pannelli isolanti in vetro cellulare e altre superfici adeguate e sufficientemente uniformi. Applicazione dell’intonaco a mano o a macchina.

Composizione

Argilla naturale da costruzione, sabbia lavata a grana mista 0 - 1,0 mm, pomice naturale con granulometria 0-1,5 mm , dimensione massima come da DIN 0/2, fino a 3 mm - fibre naturali di miscanto.

Confezione, Resa

  • Big Bag da 800 kg - pari a 544 litri di intonaco in polvere, per una resa di 181 m², spessore = 6 mm
  • Sacco da 25 kg - pari a 17 litri di intonaco per una resa di 2,8 m², spessore = 6 mm ; 48 sacchi per bancale


Stoccaggio


Non ci sono limiti di stoccaggio in luogo asciutto.

Dati tecnici

Ritiro per essiccazione 2 %
Classe di resistenza S II
Resistenza alla flessione N/mm² 0,80
Resistenza alla compressione N/mm² 2,50
Aderenza N/mm² 0,12
Abrasione g 0,3
Classe di peso specifico apparente kg/dm³ 1,6
Valore μ 5/10
Classe di assorbimento del vapore acqueo WS III

Preparazione dell'intonaco

Aggiungere acqua per ca. il 30% (7,0 l per sacco da 25 kg) e miscelare frusta a motore o a mano. In grandi quantità anche con tutte le comuni betoniere, i miscelatori ad asse verticale e i miscelatori forzati. Istruzioni per l’uso delle intonacatrici su www.claytec.de. Se la miscela non viene utilizzata immediatamente, può essere necessario aggiungere nuovamente acqua a causa della capacità di assorbimento degli aggregati (circa 1,5 l dopo 30 minuti). Se la malta viene lasciata a riposare per un periodo di tempo più lungo prima  dell'applicazione, aggiungere altra acqua se necessario e miscelare nuovamente.


Fondo da intonacare

Gli intonaci di argilla aderiscono solo meccanicamente. Il sottofondo deve essere portante, non gelato, asciutto, pulito e privo di essudazioni saline. I sottofondi poco assorbenti devono essere sufficientemente ruvidi e garantire un buon aggrappo. Se necessario, utilizzare il primer DIE ROTE per intonaci di fondo (CLAYTEC 13.435-.430).


Applicazione dell'intonaco

L’intonaco va applicato a spatola o spruzzato con l’intonacatrice. Lo spessore minimo e massimo di applicazione sono di 3 e 10 mm; su superfici in cemento o per applicazioni a soffitto, stendere al massimo 6 mm per strato. Per sistemi di riscaldamento e raffreddamento radianti, applicare 8 mm di intonaco.

Sui pannelli di fibra di legno e sulle superfici con impianti radianti, applicare la rete d’armatura (CLAYTEC 35.010) sull'intonaco ancora fresco,

appena lavorato. Su sottofondi sufficientemente aggrappanti e omogenei, di murature massicce, l’impiego della rete d’armatura non è obbligatorio.

Grazie al potere assorbente dei suoi aggreganti, l'intonaco di argilla SanReMo si aggrappa rapidamente e può essere lavorato dopo poco tempo. La struttura della superficie dipende dal momento in cui avviene la lavorazione e dall’utensile utilizzato. In linea di principio, l’aspetto della superficie è tanto più fine, quanto più l’argilla si è asciugata al momento della lavorazione. Le superfici ruvide si ottengono con frattazzo in spugna, in plastica o in legno. Le superfici lisce si ottengono con una lavorazione successiva a spatola. 


Tempi di lavorazione

Data l’assenza di processi chimici, il materiale coperto può essere lavorato in diverse giornate o lasciato all’interno di intonacatrici e tubi flessibili. Se il materiale viene lasciato a riposo nelle macchine intonacatrici e nei tubi, a differenza di altri intonaci di argilla, può essere necessario svuotare e pulire l'attrezzatura durante le interruzioni del lavoro più lunghe.


Trattamento successivo

È possibile utilizzare il Primer DIE WEISSE (CLAYTEC 13.415-.415) e la Pittura CLAYFIX in argilla. L'intonaco di argilla SanReMo è un ottimo sottofondo per l'intonaco di design in argilla YOSIMA.


Campioni

L’idoneità del sottofondo, lo spessore di applicazione e l’effetto sulla superficie devono essere verificati per ciascun caso sulla base di un campione sufficientemente grande. Sono esclusi eventuali reclami non riconducibili a errori di miscelazione di fabbrica.